Nelle antiche tradizioni sciamaniche, specie quelle dei Nativi d’America, l’Animale Totem rappresentava un simbolo dotato di particolari poteri e caratteristiche. In quelle tradizioni, l’Animale Totem era considerato una guida spirituale che, proprie grazie alle sue peculiarità e ai suoi poteri, era in grado di accompagnare, consigliare e proteggere le persone durante la loro esistenza.

In questo esercizio inviterò ognuno di voi ad immaginare di avere un proprio personale Animale Totem.

Per questo motivo prendete carta e penna e seguitemi in questo breve esercizio. Se volete, potete usare anche colori e fogli da disegno per poter apprezzare la bellezza e il potere della vostra creatività in tutte le sue manifestazioni.

Vi invito a non giudicarvi: qualsiasi cosa farete, immaginerete o penserete sarà la cosa giusta per voi.

E ora seguite le mie istruzioni:

Step 1: Immaginate il vostro Animale Totem.

L’Animale Totem è quell’animale che ha per voi un significato speciale. E’ quell’animale che vi attrae e che, al solo pensiero, suscita qualcosa di positivo e piacevole dentro di voi. Potrebbe essere un animale esotico o un animale da compagnia. Potrebbe essere un animale di grandi dimensioni o un piccolo animale. Potrebbe essere un rettile, un mammifero o un insetto. Potrebbe essere anche un animale fantastico.

Step 2: Quali sono i “poteri” del vostro Animale Totem?

Pensate a 3 caratteristiche positive che associate a quell’animale e scrivetele. Queste caratteristiche sono quelle che considerate i suoi “poteri”:

  1. Il mio Animale Totem è ……………………….
  2. Il mio Animale Totem è ……………………….
  3. Il mio Animale Totem è ……………………….

Step 3: In quali situazioni avete manifestato le qualità del vostro Animale Totem?

Per ognuna delle 3 caratteristiche positive, pensate ad una situazione della vostra vita in cui avete provato e manifestato quella caratteristica particolare. 

Ad esempio, se avete scritto che il vostro Animale Totem è forte, pensate ad una situazione in cui vi siete sentite forti. Magari in quella situazione vi siete sentiti forti fisicamente o vi siete sentiti forti emotivamente o psicologicamente. Oppure se avete scritto che il vostro Animale Totem è saggio, scrivete di quella volta in cui vi siete sentiti saggi o siete stati considerati saggi. 

Le situazioni che vi verranno in mente possono essere piccolo o grandi. L’importante è che in quella situazione abbiate potuto sperimentare quella qualità in voi stessi.

Scrivete quindi le tre situazioni con quanti più dettagli possibili.

Step 4: Disegnate il vostro Animale Totem

Per quelli che vogliono sperimentare appieno il potere della loro creatività e immaginazione possono disegnare il loro Animale Totem. Non è necessario che sia un’opera d’arte: anche un simbolo o un piccolo “scarabocchio” possono essere sufficienti. L’importante è che  quel simbolo o quello “scarabocchio” abbiano un significato per voi. Usate quindi i colori che, per voi, rappresentano le caratteristiche del vostro Animale Totem.

Step 5: Lasciatevi guidare dal vostro Animale Totem

Pensate ora ad un ambito nella vostra vita in cui il vostro Animale Totem potrebbe aiutarvi e scrivete alcune idee su come potreste concretizzare le sue qualità in quell’ambito. Che cosa potrebbe consigliarvi il vostro Animale Totem? Cosa potreste fare? Cosa potreste dire? Che cosa potreste cambiare? 

Scrivete le vostre idee! Non lasciatele nella vostra testa, ma materializzatele sul vostro foglio di carta. Questo è il primo passo per realizzare le vostre idee e le vostre intuizioni!

Ora ringraziate il vostro Animale Totem come meglio credete: da ora in avanti sarà un nuovo Compagno di Viaggio.

Have a safe journey!

————–

Author: Paolo Assandri è un Counselling Psychologist (registrato presso HCPC e British Psychological Association ), uno Psychotherapist (UKCP) e uno Psicologo (Ordine degli Psicologi del Piemonte). Vive e lavora a Londra dove offre counselling e psicoterapia. 

—————

Nota degli Autori: Questo esercizio non si intende come sostituto di alcuna terapia medica e/o psicologica. Il suo obiettivo è quello di migliorare il senso di benessere individuale. Qualora sentiste bisogno di supporto medico e/o psicologico, rivolgetevi ad un professionista sanitario (medico, psicologo o psicoterapeuta). Gli autori, i produttori e i consulenti impegnati alla realizzazione di questo esercizio non sono responsabili di eventuali infortuni psico-fisici durante e dopo l’esecuzione delle attività proposte in questo articolo.

Comments

2 Comments

  • Stefania
    Maggio 1, 2020 at 6:41 pm Rispondi

    Esercizio molto rilassante in quanto diverte. Bello mi è piaciuto.

  • Tiziana Bollini
    Maggio 2, 2020 at 3:53 pm Rispondi

    Se vengo a Londra, come desidero da tempo, passo a trovarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *